You are currently viewing FABRIANO 2013. TUTTE LE FACCE DELLA CULTURA

FABRIANO 2013. TUTTE LE FACCE DELLA CULTURA

  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

E’ terminata da due mesi  l’edizione 2012 ma questa sera a Fabriano si svolgerà un incontro sul tema “portare idee”  per organizzare la 6 edizione…maggio 2013. Una cosa ottima. Ecco il segreto del successo. Ecco perché dai fratelli Taviani al rapper Marracash tanti e tanti personaggi  del panorama culturale  internazionale si ritrovano ogni anni a Fabriano, non a Roma o Milano, per 3 giorni  per “Poiesis”, un modo diverso di leggere le arti.   A Fabriano, non a Milano, un intreccio di generi, modi, discipline.   Fabriano, piccola città carina e basta, che diventa per 3 giorni “capitale del pensiero”, capitale della cultura. In un’intensa maratona culturale che  trasforma  una piccola città in un laboratorio di idee e dialoghi, pensiero e poesia, musica e danza, cinema e teatro. Quest’anno  Rem Koolhaas e Pierfrancesco Favino, Elisa, Bollani, Bosso, Marracash e Danilo Rea, i fratelli Taviani e Carolyn Carlson, Edoardo Nesi e La Capria, Giulio Giorello e Vito Mancuso e tanti altri ancora. Attori, studiosi, filosofi, poeti, musicisti, ministri, coreografi mescolati in un progetto sempre originale che punta come ogni anno a diventare per tre giorni un centro di pregiata produzione artistica con eventi gratuiti ed aperti a tutti.  

Questo è Poiesis, il Festival di Fabriano  nato nel 2008 ha festeggiato il suo quinto compleanno con un’edizione ricca come di eventi e di grandi nomi ma anche con l’ambizione di un rinnovamento profondo sempre nel segno della qualità e del marchio stilistico. Con lo straordinario successo dello scorso anno Fabriano è diventata una realtà della produzione culturale italiana e forti di questo risultato si è studiato e lavorato per un’edizione 2012 che possa in qualche modo aprire nuovi percorsi espressivi. Un primo segnale di questo nuovo cammino di Poiesis è rappresentato dalla definizione delle cinque discipline in cui solitamente venivano differenziate le offerte culturali e artistiche del Festival.  Arte, cinema, musica, poesia e teatro  diventano un volano di rilancio economico del territorio proprio nel momento in cui la crisi fa sentire forte i suoi morsi.

Lascia un commento