You are currently viewing FRANCO CALIFANO: GRANDE CONCERTO DI UN ROMANTICO AMATORE

FRANCO CALIFANO: GRANDE CONCERTO DI UN ROMANTICO AMATORE

  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Non ha più la voce. E del resto non ne ha avuto mai tanta. Dietro le quinte si muove lentamente, si concede alle foto ed è anche cortese. Non segue i tempi di musicisti del resto appena discreti. Ma il suo al Sistina di Roma ieri sera è stato un grande concerto. Pieno di fascino, di poesia, di emozioni e di magia. Pieno d’amore in questi tempi in cui scarseggia.  Franco Califano ha dimostrato ancora al suo pubblico –teatro sold out- che è un vero e proprio poeta oltre uno dei personaggi più controversi della musica italiana. Criticato ed osannato allo stesso modo, con oltre 1000 canzoni scritte nella sua carriera, venti album all’attivo, tante altre di successo scritte per altri cantanti, il cantautore romano  ha proposto uno spettacolo inaspettato. Sull’ amore. Le emozioni. I sentimenti. In scaletta,  insieme a monologhi e versi recitati con ironia, presenti tutti i classici del suo repertorio da romantico amatore. Da “La musica è finita” e “Una ragione di più” a “La chiamano estate», da “Minuetto” e “La nevicata del ’56”  fino a “Semo gente de borgata”, “La malinconia”, “Tac” per chiudere con il mio inno “Tutto il resto è noia”. Un grande concerto per un Califfo certamente stanco ,affaticato dalla vita spesa intensamente, che però non ha alcuna intenzione di vivere di ricordi. Sempre con il suo straordinario carisma e una ancora felice vena compositiva. Anche se anche a lui è capitato di essere stato bollato come figura secondaria, o degnato di uno sguardo superficiale, frettoloso, che ha finito per schiacciarlo nello “stereotipo”: ovvero nell’immagine di comodo che ci facciamo dell’Uomo, prima ancora che della sua Opera.

Franco Califano, è vero, ci ha messo del suo, a dissipare il suo talento e ad occultare la sua Poesia dietro il personaggio, dietro la maschera da dissoluto pazientemente costruita negli anni: e così, a sipario chiuso non ci stupiamo ad immaginarlo mentre canta e declama i suoi versi in qualche equivoco locale romano, ad inizio anni ’80, fra vizi assortiti e banditi locali che lo idolatrano, quasi lo vediamo passare da letto sfatto a letto sfatto in compagnia di nobildonne e di mignotte, di madri insoddisfatte e di ragazze alla ricerca di storie forti, lo vediamo nella parte del traditore e forse anche del tradito, del terzo incomodo e del malandrino impenetrabile; non ci stupiamo, quasi trent’anni dopo, a vederlo invecchiato ed asmatico, con un naso stranamente assottigliato rispetto al profilo grecizzante delle origini, apparentemente solo nel dispensare consigli da vecchio satiro.

La sostanza è che Califano si è occultato: ha vissuto, e la sua vita piena, come pure piena di errori e deviazioni, ha coperto lo scrittore, il poeta, l’Artista che è in lui, l’interprete di splendide pagine della musica italiana che, fortunatamente, di tanto in tanto, nei sempre più rari concerti, possiamo comunque recuperare, per vederle restituite alla loro autentica dimensione. Califano è, in verità, un poeta del sentimento fugace e dell’effimero, di ciò che dura un attimo e poi scompare, così in terra come nel cielo delle stelle cadenti . La conquista stessa del piacere tanto agognato, ma in fondo non goduto appieno, si risolvono in un unico sentimento: la Noia. La fatale deriva della vita  attanagliata dalle mille piccole paure, senza spinte verticali, senza sogni, senza la forza per inseguirli,  nella routine quotidiana con mirabili versi “inventi feste e inviti gente a casa/così non pensi almeno fai qualcosa/si, d’accordo, ma poi….; Sapete che di solito, le mie recensioni sono anche dei velati consigli per l’ascolto, e fors’anche per l’acquisto: e tuttavia, in questo caso, vi consiglio un assunzione moderata della vostra dose di Califano settimanale. Lui è un saggio che ha capito come gira il mondo, ed ha deciso di celarsi dietro la sua apparente follia per distaccarsene, voi, per la verità, non so. l.n. per musixbox®

Lascia un commento