You are currently viewing LA COSTITUZIONE NON SI TOCCA

LA COSTITUZIONE NON SI TOCCA

  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

La Costituzione è la nostra unica medicina contro un potere malato, l’unico antidoto contro il rischio di inesorabile imbarbarimento e rovina. Il Governo Berlusconi ha trascinato il Paese in un baratro politico, economico, sociale, morale e, raggirando le regole democratiche, ha calpestato la libertà d’espressione, l’autonomia della magistratura e la divisione dei tre poteri, legislativo, esecutivo e giudiziario, che sono alla base del nostro sistema. La norma per la prescrizione breve voluta per cancellare la sicura condanna per processo Mills è solo l’ultimo atto di questo governo violento. Mentre il debito pubblico aumenta, i dati sulla disoccupazione registrano livelli inauditi, le famiglie non arrivano a fine mese, le imprese chiudono o dislocano all’estero, il Parlamento continua ad essere avvitato su se stesso e lavora esclusivamente per risolvere i problemi giudiziari del Presidente del Consiglio. Questo Governo opera solo per sé, nonostante Berlusconi e i suoi adepti tentino di far credere il contrario propinando slogan e spot, trasmessi a reti unificate, con il chiaro obiettivo di plasmare le coscienze. In questa legislatura abbiamo visto di tutto: compravendita dei parlamentari, leggi varate nell’interesse particolare e non per la collettività, smantellamento dello stato sociale, mortificazione della dignità femminile e delle istituzioni. La misura è colma. Adesso occorre una mobilitazione generale, dove i cittadini, le forze politiche, culturali, sindacali, associazionistiche possano dire: ‘basta’.  Occorre mobilitarsi sempre e ovunque, pur di difendere i diritti e, soprattutto, la democrazia.   La legalità e il dettato della Carta non si barattano e non si toccano.

Lascia un commento