You are currently viewing RESTIAMO UMANI BASTA!

RESTIAMO UMANI BASTA!

  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Uccidiamoli  tutti  e  facciamola  finita . Bambini che diventeranno terroristi. Donne che partoriranno terroristi. Ragazzi? Già terroristi. Compreso un certo Gesu che sta per nascere a Nazareth, dunquePalestinese? Non scherzo. E’ questa la logica di Israele che prepara un vero e proprio genocidio. E dei suoi complici tipo il portaborse dei banchiere Monti. La comunità internazionale non dovrebbe restare indifferente di fronte al dispiegamento della forza brutale contro un popolo indifeso. E’ in questione, come aveva intuito Vittorio Arrigoni, la possibilità stessa di restare umani, in un mondo nel quale le violenze e i loro effetti sulla popolazione civile vengono mostrati su scala planetaria dai media.  Eppure è proprio quello che succede in Europa, larva decerebrata incapace di articolare una propria iniziativa politica autonoma. O nel nostro Paese, il cui governo “tecnico” dei banchieri è oggi complice del governo israeliano assassino, che appoggia incondizionatamente in sede politica e con strumenti militari. Stupisce la spregiudicata idiozia dei vertici politici e militari israeliani. Era evidente che con la decisione di  liquidare il capo militare di Hamas Ahmed Jabari, si sarebbero raggiunti gli effetti a cui assistiamo.

Un’esecuzione extragiudiziale quella di Jabari, vietata già dal diritto internazionale, compiuta a freddo e senza motivo apparente. A questo si sommano oggi attacchi indiscriminati condotti con armi di sterminio di massa e che stanno determinando già molte vittime, fra cui molti bambini. Il diritto internazionale vieta categoricamente gli attacchi indiscriminati che fanno vittime civili. Ciò vale ovviamente per tutti, ma la capacità omicida di Israele è sproporzionatamente superiore a quella di Hamas e di chiunque altro nella zona. Con l’ultimatum e la richiesta di resa incondizionata ad Hamas Israele prepara ora un vero e proprio genocidio. Su Hamas parole chiare. Può non piacere per questo o quell’aspetto della sua politica. Ma costituisce la rappresentanza politica liberamente eletta di una parte del popolo palestinese. Ed è quindi con essa che vanno condotti negoziati e vanno conclusi accordi di pace. Questa non è evidentemente la volontà di Israele, se è vero che il capo militare di Hamas, prima di essere “liquidato” insieme al figlio da un missile, si apprestava a chiedere e negoziare un cessate il fuoco. Ma non è massacrando gli innocenti che Israele farà avanzare la sua causa. Si allunga la lista dei crimini compiuti da Israele. Crimini dei quali prima o poi la sua leadership sarà chiamata a rispondere, con tutti i suoi complici,  in sede internazionale in conformità ai principi del diritto internazionale . 

Lascia un commento